Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

COOKIE

Il sito web http://www.nicoladamati.com utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Nicola Damati e su come gestirli.

Definizioni 

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi.

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine “cookie”.

Tipologie di cookie 

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice della Privacy).
Sono i cookie che servono ad effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell’estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l’identificazione dell’utente nell’ambito della sessione, risultano indispensabili.
Appartengono a questa categoria:

Cookie di navigazione o di sessione, garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate). La disabilitazione di questi cookie influirà negativamente sulle prestazioni dei siti e potrebbe renderne indisponibili le funzionalità e il servizio.

Cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

Cookie di terze parti. Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”).
A titolo di esempio possono essere presenti cookie legati ai sevizi forniti da Google Analytics oppure cookie dovuti alla presenza di “social plugin” (ad esempio per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn), generalmente finalizzati alla condivisione di contenuti. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.
La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è  disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito  gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete.
In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, richiedono l’esplicito consenso dell’utente.
Il sito http://www.nicoladamati.com non utilizza cookie di questo tipo.

Google Analytics 

Il sito http://www.nicoladamati.com include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i "cookie"  per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web http://www.nicoladamati.com (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori di http://www.nicoladamati.com riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l'indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l'identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie “sopravvivono” alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.
Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.
Il sito http://www.nicoladamati.com non fa uso di cookie persistenti.

Gestione dei cookie 

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.
La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

 

L’utilizzo di aghi a scopo terapeutico è antichissimo e trae origine dalla medicina orientale e dall’agopuntura

cinese.

Già nel 1800 Karl Baumscheidt usava siringhe a 30 aghi nelle reumoartropatie.

Questa tecnica, che è stata riadattata recentemente dalla medicina estetica  per il ringiovanimento cutaneo, ora

viene chiamata Needling.

A metà dell’800 i fratelli Huneke inventarono la Neuralterapia e, un secolo dopo, nel 1948, Charles Mercier

introdusse la metodologia di iniettare cocktails di sostanze omeopatiche nel derma.

Il meccanismo di azione di questa tecnica iniettiva  è estremamente complesso, ma possiamo distinguere tre

meccanismi di azione .

 

 

- Biochimico .

- Riflessogeno.

- Tissutale.

 

Questi meccanismi vengono attivati dall’infissione di aghi in punti ben determinati di vie energetiche

preferenziali, chiamate meridiani, come ci insegna l’agopuntura e la medicina tradizionale cinese.

L' infissione dell’ ago può essere potenziata iniettando  anche delle sostanze nel derma.

In questo caso non si parlerà più di agopuntura  ma di mesoterapia o tecnica iniettiva loco regionale.

La Mesoterapia o iniettiva loco regionale è considerata un trattamento medico, attuato per mezzo di iniezioni

 zonali  di sostanze biologicamente attive che sfruttano la particolare reattività del tessuto connettivo,

utilizzando sia l’azione riflesso terapica dell’ago di per sè, sia l’effetto medicamentoso della sostanza che

viene iniettata.

Quando le sostanze iniettate sono rimedi biologici parliamo di Biomesoterapia.

Per far si che l’effetto sia ancora più forte, i rimedi biologici possono essere iniettati direttamente sui punti

specifici dell’agopuntura, in questo caso parleremo di Omeosiniatria.

Se invece inietteremo dei farmaci classici sui punti dell’agopuntura si parlerà di Chimiopuntura.

Cambiano i nomi, ma in realtà è l’ottenimento del risultato quello che conta;

che sia  un semplice ago, un ago bagnato con un particolare rimedio, od una iniezione di un particolare

cocktail di rimedi, sarà l’operatore a decidere quale sia la via più breve e scevra da effetti collaterali atta ad

aiutare la guarigione.

Il dolore provocato dall’ago è minimo rispetto ai benefici che se ne possono trarre.

 

Ma quali sono le sostanze che si possono usare in mesoterapia?

 

Per quanto riguarda le sostanze della farmacopea ufficiale , queste devono essere diluite in fisiologica nel

rapporto 1:10,1:20.

L’uso dell’anestetico al 3/5 per cento di procaina, ad esempio, è la terapia di base per l’effettuazione della

neuralterapia.

 

La lista dei prodotti biologici è molto vasta.

 

Oligoelementi, catalizzatori, omeopatici unitari e complessi, organoterapici allopatici omeopatizzati, nodosi.

 

Spesso, in odontoiatria, si utilizzano per praticità dei complessi omeopatici che contengono quasi tutte queste

categorie.

Un complesso omeopatico specifico  per le gengive come parodontium compositum o mucosa compositum,

può contenere diverse sostanze omeopatiche, nosodi e organoterapici.

Possono essere utilizzati anche i prodotti gassosi, come ozono,  ossigeno, anidride carbonica.

 

L’azione della mesoterapia è data dall’integrazione di varie sinergie:

 

-Dallo stimolo dell’infissione del semplice ago .

-Dagli stimoli chimici legati alle proprietà della sostanza che abbiamo iniettato.

-Dalla reattività del connettivo.

-Dalle reattività nervosa.

-Dalla reattività farmaco dinamica.

 

 Rispetto all’ agopuntura, la mesoterapia nell’uso odontoiatrico, offre sicuramente dei vantaggi.

Infatti oltre all’azione dell’ago, la stessa che si ha nell’agopuntura tradizionale cinese, si utilizza in sinergia

quella della medicina informazionale o Low Dose, ottenendo un effetto terapeutico amplificato.

Si possono utilizzare come integrazione anche  micro correnti , moxa o terapia con i colori.

 

 

UTILIZZO IN ODONTOIATRIA.

 

Gli utilizzi, in odontoiatria, delle tecniche di agopuntura e mesoterapia sono molto utili nei seguenti casi:

 

Nevralgie primarie e residue.

Le diverse tecniche possono essere utilizzate prima di effettuare una terapia dentistica, per diminuire il dolore,

e, dopo averla fatta, quando rimangono delle sequele nevralgiche.

In alcuni casi il risultato ci permette di non operare più in bocca, poiché è risolutivo .

In altri casi ci permette di fare una diagnosi più precisa quando l’eziologia del dolore è incerta.

Permette anche di trattare nevralgie essenziali intrattabili, sempre dopo aver testato eventuali infezioni

focali che, solitamente, ne sono la causa.

Succede, in alcuni casi che, una volta bonificata l’infezione focale, residui un dolore nevralgico per irritazione

del ramo nervoso o interessamento della guaina mielinica.

In questo caso, le infiltrazioni biomesoterapiche sono un ausilio indispensabile per completare la terapia.

 

Trattamenti biostimolanti

Complessi omeopatici con frequenze idonee sono ottimali nei trattamenti di rafforzamento di gengive osso e

parodonto in generale, delle tasche gengivali, nel miglioramento e  ringiovanimento cutaneo delle zone

periorali e del viso.

 

Trattamenti antalgici- antinfiammatori locali.

Utilizzando l’omeosiniatria, ovvero gli stessi punti dell’agopuntura, possiamo trattare molti tipi di

infiammazioni.

Si ottengono ottimi risultati sulle pulpiti, gengiviti, infiammazioni apicali e dell’osso, delle ghiandole salivari,

dei linfonodi e deflusso linfatico, sinusiti, tonsilliti.

 

Trattamenti a distanza meridiano correlati.

Con la conoscenza delle vie di correlazione odontone ed organi, possiamo migliorare ed agire su patologie

dolorose e situazioni disfunzionali a distanza, utilizzando la mesoterapia sui punti corrispondenti della bocca.

In questo caso si utilizza la procaina, come viene consigliato dalle tecniche di neuralterapia, che, può essere

alternata all’uso di complessi omeopatici indicati per il caso specifico e l’organo od il meridiano interessato.

 

Trattamenti di riflessologia.

La  tecnica di infissione degli aghi può essere utilizzata anche come tecnica di riflessologia sull’orecchio,

come auricoloterapia o sul viso, nella riflessologia facciale.

Vorrei ricordare che nella riflessologia possono essere utilizzati anche presidi alternativi all’ago come la

digitopressione, cerotti con sferette, magneti, stimolazione con puntali laser e cromoterapia.

 

 

.