Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

COOKIE

Il sito web http://www.nicoladamati.com utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Nicola Damati e su come gestirli.

Definizioni 

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi.

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine “cookie”.

Tipologie di cookie 

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice della Privacy).
Sono i cookie che servono ad effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori.
Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell’estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l’identificazione dell’utente nell’ambito della sessione, risultano indispensabili.
Appartengono a questa categoria:

Cookie di navigazione o di sessione, garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate). La disabilitazione di questi cookie influirà negativamente sulle prestazioni dei siti e potrebbe renderne indisponibili le funzionalità e il servizio.

Cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso.

Cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice della Privacy, che il gestore del sito, qualora utilizzi soltanto tali dispositivi, potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

Cookie di terze parti. Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”).
A titolo di esempio possono essere presenti cookie legati ai sevizi forniti da Google Analytics oppure cookie dovuti alla presenza di “social plugin” (ad esempio per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn), generalmente finalizzati alla condivisione di contenuti. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.
La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è  disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito  gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.
Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy
Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Cookie di profilazione. I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete.
In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, richiedono l’esplicito consenso dell’utente.
Il sito http://www.nicoladamati.com non utilizza cookie di questo tipo.

Google Analytics 

Il sito http://www.nicoladamati.com include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).
Google Analytics utilizza i "cookie"  per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web http://www.nicoladamati.com (compreso l'indirizzo IP dell'utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report per gli operatori di http://www.nicoladamati.com riguardanti le attività sui siti web stessi. Questo sito non utilizza (e non consente a terzi di utilizzare) lo strumento di analisi di Google per monitorare o per raccogliere informazioni personali di identificazione. Google non associa l'indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l'identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L'utente può disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l'azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione del comando di logout. Altri cookie “sopravvivono” alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente.
Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.
Il sito http://www.nicoladamati.com non fa uso di cookie persistenti.

Gestione dei cookie 

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.
La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.
L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Le terapie Clark nascono dagli studi e scoperte della Dottoressa biologa canadense   Hulda  Regehr Clark (1928 -2009).

Questa grande donna ha passato tutta la sua vita a studiare e scoprire nuove metodologie di cura, divulgandole

a tutti e offrendo ad ogni persona uno strumento di autoguarigione, rendendola indipendente dal circuito di

subordinazione medico paziente.

L’approccio della dottoressa Clark è quello del Self-Health (fai-da-te per la salute).

Naturalmente le sue dichiarazioni ed i suoi attacchi alla medicina ufficiale sono state la causa di una carriera

tormentata, piena di denunce, che l’hanno costretta a lavorare fuori degli USA e, precisamente, in Messico.

Qui apre una clinica e inizia a curare e guarire i malati terminali di cancro che arrivavano da lei, oramai senza

più speranze.

Certo che le sue cure non sono semplici  e comportano, per il paziente, un cambiamento totale di stile di vita,

improntato su una disintossicazione profonda e su un controllo totale della re intossicazione.

Per fare ciò, si concentra sullo studio di tutti i possibili veicoli di sostanze tossiche, lo studio accurato sul

controllo di acqua e aria, dei cibi e dell’ambiente, come possibili vie di assorbimento di tossine.

Con un apparecchio molto simile per principio all’Elettroagopuntura , chiamato Syncrometer, grazie alla

profonda conoscenza delle antiche tradizioni erboristiche, la Dottoressa studia a fondo tutti le possibili fonti di

tossine, sia chimiche che parassitarie.

Utilizza le frequenze elettromagnetiche come terapia e, soprattutto, inventa lo Zapper, un apparecchio

semplicissimo che permette di facilitare l’eliminazione tossinica di batteri, virus, funghi e parassiti.

Mette a punto antichi protocolli di disintossicazione fitoterapici  migliorandoli e promuovendone  l’uso, fra i

quali la pulizia del fegato e dei reni.

Ma soprattutto fa conoscere a tutti l’importanza dell’intossicazione dei denti e delle mascelle, sottolineando

come siano una delle cause più importanti nel promuovere e mantenere differenti malattie.

La dottoressa  Clark si mette a studiare i materiali dentari  e le infezioni ossee delle mascelle in maniera

accurata, scoprendo punto per punto, in quale maniera possono creare tossicità, infezione ed interferenza  col

sistema biochimico e immunitario.

Nel protocollo che mette a punto insieme ad un dentista di fiducia messicano, il Dott. Jerome, analizza ogni

tipo di materiale, che può andare a vanificare, anche per una minima intrinseca tossicità, la guarigione del

paziente ed il sistema adeguato per eliminarlo definitivamente dalla bocca.

Dal dentifricio alla  microscopica otturazione  scopre che l’inquinamento chimico delle varie sostanze, può

inficiare altri trattamenti ed andare a deprimere un sistema immunitario già provato.

Bisogna considerare  che la maggior parte dei suoi pazienti aveva poche settimane di vita e che, quindi, anche

una piccola intossicazione, poteva impedire la guarigione .

Quindi, il suo studio sulle problematiche dentali è stato molto approfondito e decisamente radicale.

Basato essenzialmente sulla rimozione chirurgica totale di qualsiasi dente che avesse dei materiali estranei e,

sulla pulizia di osso e gengiva, contaminati da inquinanti chimici o batterici.

Denti devitalizzati, ponti, otturazioni in resina o amalgama, impianti, infezioni ossee, protesi, tutto andava

eliminato al più presto e sostituito con dentiere in nylon atossiche, testate da lei.

Non tutti i protocolli erano così radicali , la Clark infatti mette a punto delle tecniche meno invasive da

utilizzare nei malati meno gravi e promuove l’uso dei materiali  meglio tollerati.

Ma il suo grande merito è stato quello di sensibilizzare un vasto pubblico , grazie alle sue innumerevoli

pubblicazioni sulla tossicità dei materiali dentari e delle osteiti , e sull’importanza di una bonifica dentale

soprattutto nelle patologie ad esito infausto.

 

 

Terapia con lo Zapper e Zappicator.

 

E’una delle terapie base consigliate dalla Clark.  Si ottiene sottoponendo l’organismo a frequenze specifiche,

micro correnti, che vanno a uccidere  parassiti, batteri, virus e funghi.

Si è visto che ogni frequenza va in risonanza con un determinato patogeno distruggendo la sua membrana

cellulare.

Ci si sottopone al trattamento, tenendo in mano degli elettrodi che sono collegati ad un apparecchio chiamato

Zapper, che trasmette una corrente appena percepibile dalla persona che lo sta usando .

Lo Zapper nasce con un' unica frequenza per poi evolversi; oggi i generatori di frequenze sono molto più

precisi, con frequenze specifiche per ogni tipo di patogeno .

Sono in vendita numerosi apparecchi tipo Zapper o generatori di frequenze.  La Clark ha pubblicato lo schema

elettrico per dare l’opportunità a tutti di potersi costruire da soli lo zapper con la frequenza base, quella utile

per tutti i patogeni.

 

Lo Zappicator è invece una terapia che si può fare direttamente in bocca con un micro amplificatore  grande

come uno spazzolino da denti e serve per stimolare l’organismo ad eliminare le infezioni  della bocca, e a

neutralizzare le sostanze tossiche, presenti in osso, gengiva e otturazioni.

E’ utile come terapia integrata di supporto, quando è impossibile intervenire operativamente in bocca, o

quando la gravità della zona focale non è così forte da richiedere  una soluzione  chirurgica.

 

 

 

Pulizia del fegato

 

La pulizia del fegato, secondo il protocollo Clark, è una delle procedure più potenti per il miglioramento della

salute, dell’energia e di tutto l’apparato digestivo .

Prima di farla, la Dottoressa consiglia di fare un programma antiparassitario, la pulizia dei reni ed una bonifica

dentale.

Seguendo il protocollo, si elimineranno tanti calcoli biliari che andavano ad ostruire il deflusso della bile e,

quindi, si ottiene un effetto benefico per  digestione, allergie e dolori muscolari da  sofferenza di fegato e

cistifellea.

La pulizia del fegato dovrebbe diventare una abitudine di salute e andrebbe ripetuta almeno due volte l’anno,

alla fine dell’inverno e dell’estate.

Troverete le specifiche della pulizia del fegato sull’attachment a fine pagina.

 

 

 

Terapia antiparassitaria mediante l’uso di erbe.

 

Un regalo della globalizzazione, dello scambio di alimenti,del mescolamento razziale,della depressione del

sistema immunitario da chimici ambientali è l’aumento della diffusione di parassiti e l’incapacità

dell’organismo di eliminarli.

Spesso questi inquilini non danno nessun sintomo fisico e non si rilevano dalle analisi fecali.

E’ abitudine, nei paesi tropicali, fare abitualmente delle terapie antiparassitarie, data la larga diffusione ed

infezione, soprattutto attraverso l’acqua .

In questi paesi i medici sanno che sintomi di tipo allergico, pruriti, macchie alla pelle, piccoli o grandi problemi

digestivi, diarrea, nausea, coliche,  possono essere causati da parassitosi.

Perla cultura occidentale questa cosa viene semplicemente ignorata, come se fossimo immuni alle parassitosi e

quando si fa diagnosi, la clinica non viene considerata, ma fanno testo solamente le analisi che, però, danno

spesso dei falsi negativi.

La terapia antiparassitaria si attua mediante l’uso di:

tintura di noce nera, assenzio, chiodi di garofano.

L’assenzio e i chiodi di garofano si assumono in capsule, mentre la tintura di noce sotto forma di sciroppo .

La tintura forte di mallo di noce nera, Black Walnut, è sicuramente il metodo più forte e meno tossico (a parte

l'alcool contenuto ), per l'uccisione della maggior parte dei parassiti.

Non è una sostanza chimica e, quindi, senza troppe controindicazioni; è solamente delicata da gestire, di colore

verde scuro, in breve tempo diventa nera e perde le sue proprietà.

Consiglio, una volta aperta, di surgelarne piccole quantità da utilizzare strada facendo e di tenerla sempre in

frigo .

E’ bene fare dei cicli periodici, per evitare reinfezioni, a tutta la famiglia, animali compresi.

 

 

 

.

Attachments:
Download this file (Pulizia del fegato.pdf)PULIZIA DEL FEGATO[Protocollo pulizia del fegato con foto di un risultato.]